Sali minerali, integratore per 365 giorni all’anno

- Scritto da in Allenamento Integratori palestra

i sali minerali rappresentano una categoria di integratori molto importante soprattutto in relazione a quello che accade in seguito ad una loro carenza. Il nostro organismo non è in grado di assimilarli informasse semplice ma solo a seguito di trasformazioni sali o altre formule solubili. Può succedere che per problemi individuali la loro trasformazioni molecole attive non risulti possibile oppure che il corpo nei minimi troppi, generando un rischio di carenza. L’acqua è il mezzo principale che si rifornisce di sali minerali e a seconda del suo composizione e origine apporta combinazioni diverse. Assumiamo sali minerali anche attraverso la dieta e quindi cibi sia di origine vegetale che animale ma le dosi distribuzioni ovviamente sono molto varie.

Come integrare sali minerali: dove si trovano

Le diete molto ricche di cereali, caffeina, tè, cioccolato e vino possono compromettere l’assimilazione dei sali minerali: anche utilizzo sregolato di integratori può introdurre il minerali in maniera squilibrata generando carenze o limitando l’assorbimento di alcune molecole a vantaggio di altre. Per migliorare l’apporto degli oligoelementi, dovremo prediligere alimenti freschi, possibilmente di stagione e di origine controllata. Anche la cultura è un aspetto molto rilevante: cuocere a vapore significa non disperdere troppo il contenuto e consumare tutto quello che ci serve possibilmente in tempi brevi, utilizzando poca acqua.

pratica sportiva e sali minerali

A seconda del clima dello sport pratichiamo attività fisica,possiamo osservare diversi tipi di sudorazione e quindi diverse esigenze di reintegrazione di elementi come ad esempio sodio oppure il cloro. A tale proposito è interessante sapere che il minerali possono essere classificati come macro minerali ad esempio potassio, calcio, sodio, cloro, magnesio posto oppure micro o libro minerali come fluoro, zinco, rame, ferro.

Il minerali aiutano conservare l’equilibrio fragile base e favoriscono un ambiente più acido come per zolfo, cloro e il fosforo oppure più basico è quello che succede ingerendo magnesio, potassio calcio.

Quando introduciamo cibi molto acidificanti come i derivati animali che contengono il lattosio, non facciamo altro che innesca un processo in cui il calcio viene prelevato dalle ossa per tamponare l’ambiente sempre più acidi quindi se da una parte vero che assumendo più latte cerchiamo di introdurre più calcio, dall’altra non facciamo altro che generare l’effetto opposto, obbligando il corpo privarsi del calcio delle ossa per bilanciare l’acidità dell’alimento.

i sali minerali sono inoltre importanti per le reazioni chimiche che coinvolgono gli enzimi, partecipano la sintesi ormonale e delle vitamine. Essi rilevano anche per l’equilibrio idrico, per l’attività neuromuscolare e per le reazioni che accrescono, ricambia le mantengono il benessere dei tessuti.

Chi pratica sport o chi per qualsiasi motivo il soggetto d’un elevata sudorazione, dovrebbe tutto l’anno assicurarsi di introdurre prodotti che contengono sodio, potassio cloro che aiutano a mantenere in equilibrio i livelli di pressione, garantiscono il bilancio idrico e il giusto rapporto tra acido evase nel piatto interno.

Come per tutti gli integratori si raccomanda di osservare scrupolosamente le indicazioni presenti in etichetta su ogni prodotto e verificare che anche negli altri eventuali integratori assunti, il fabbisogno giornaliero individuale sia entro i giusti valori.

I commenti sono chiusi.